Conservazione dell'olio evo e sott'olio

Vota questo articolo
(17 Voti)

sottolio di oliva extravergine

Proteggere il prezioso olio extravergine di oliva e garantire la sua durata nel tempo e poter assorbire tutti i nutrimenti prima che decadano è fondamentale.

Infatti, di cosa stiamo parlando? Di uno dei più potenti anti ossidanti.

La reale causa dell'invecchiamento, infatti, è il lento degrado delle cellule, cioè la loro ossidazione.

Ecco perché, per mantenersi a lungo giovani ed in forma, è importante avere una dieta ricca di antiossidanti naturali.

In questo l'olio extravergine di oliva è un aiuto eccezionale, perchè puoi consumarlo durante tutti i pasti e non devi ricorrere a nessun integratore.

Qualcuno starà pensando e allora come mai io uso quotidianamente l'olio extravergine di oliva e non vedo tutti questi benefici?

Per prima cosa, bisogna verificare che sia realmente olio extravergine di oliva, che è il prodotto più contraffatto del mercato.

In secondo luogo, bisogna verificare lo stato di conservazione, in quanto con il passare del tempo, l'olio extravergine di oliva, seppur restando commestibile, perde i suoi preziosi principi attivi e nutrienti.

In realtà, non è solo il tempo ad agire in tal senso, ma proprio lo stato di conservazione.

Essendo un prodotto prezioso deve essere trattato esattamente come un prodotto di cosmesi.

L'olio evo è un prodotto ed un nutrimento prezioso: va conservato come un prezioso unguento

Non è sufficiente chiuderlo bene, infatti, chi mai lascerebbe una crema di bellezza vicino ai fornelli, oppure a prendere a luce?

Nessuno, eppure capita spesso di lasciare in cucina l'olio evo esposto alla luce o vicino a fonti di calori come quelle dei fornelli.

Conserve sott'olio con olio evo e conserve con olio di semi o altri oli

Per altro, questo è il vero motivo per cui talvolta in commercio troviamo prodotti sott'olio, anche di pregio, come i funghi porcini, le melanzane a filetti sott'olio, i carciofini selvatici sott'olio o il patè di olive, vengono conservati molto spesso in olio di semi, anziché in olio extravergine di oliva.

La scelta di utilizzare l'olio di semi, anche se peggiora la qualità del prodotto, ne garantisce una migliore conservazione in caso di esposizione a fonti di luce e di calore, in quanto, l'olio di semi non avendo tutte le proprietà dell'olio extravergine di oliva non le perde.

In questo caso, il consiglio è quello di rimuovere l'olio di semi dalla confezione di sott'olio e sostiuirlo con olio evo, avendo poi la cura di conservarlo in modo protetto da fonti di luce e di calore.

Cottura con olio extravergine di oliva: quali pentole e padelle utilizzare?

L'olio extravergine di oliva è uno dei più potenti antiossidanti in natura.

I metalli pesanti con cui sono fatte le più comuni padelle, invece, sono OSSIDANTI, cioè fanno l'effetto opposto e ossidano le cellule causandone una degradazione e l'invecchiamento.

L'olio evo ha talmente tanti ossidanti che è ideale non solo in cucina, ma anche su pelle e capelli come ben sa chi utilizza cosmetici all'olio di oliva.

Per fare un esempio, l'olio extravergine di oliva ha maggiore potere nutriente, emolliente e idratante dell'olio di Argan che, in definitiva, è un olio di minor qualità e che non è nemmeno made in Italy, nè fa parte della nostra tradizione di cosmesi e dermocosmesi rinomata in tutto il mondo (l'olio di Argan viene dal Marocco).

L'olio evo è un olio prezioso ricco di vitamine, che sarebbe davvero sprecare alterandole in modo irreversibile

Scopri di più su come utilizzare l'olio extravergine di oliva ai fornelli.

quale è il migliore olio per friggere e punti di fumo

L'olio evo è un concentrato di vitamine ideale per integrare una sana e corretta alimentazione

Distinguiamo l'olio per cucinare a seconda che provenga dall'estrazione (chimica) del seme (come l'olio di arachidi, di mais o di girasole) da quello che proviene dalla spremitura meccanica della polpa (del frutto dell'ulivo), cioè l'olio di oliva (vergine ed extravergine).

A differenza degli altri oli di uso comune in cucina, come l'olio di semi, che sono estratti da seme con solventi chimici e procedimenti industriali, il vero olio extravergine di oliva è una vera spremuta di frutta, poiché viene ottenuto non con l'estrazione, ma con la spremitura della polpa, quindi direttamente del frutto dell'ulivo.

Evidentemente, quindi, stiamo parlando di un olio molto più pregiato e con un costo maggiore che dipende dalle numerose attività volte a raccogliere e spremere il frutto senza intervenire con procedimenti chimici.

Ovviamente, il costo dell'extravergine è maggiore, ma gli altri oli non sono paragonabili a livello di nutrienti, di sapore e di "prestazioni" ai fornelli.

Possiamo, infatti, notare che l'olio di oliva batte tutti gli oli di seme anche nella cottura: è infatt l'olio che ha il più alto punto di fumo (cioè la temperatura in cui l'olio comincia a produrre fumo).

Passa a: come conoscere e riconoscere un buon olio extravergine di oliva

 

 

Letto 533 volte

1 commento

  • Link al commento Enzo Martedì, 23 Giugno 2020 12:29 inviato da Enzo

    Ho provato il vostro olio Evo nelle melanzane sott'olio è davvero speciale ! Cosigliato ! Olio di levello, ottima qualità e prezzo. Ho provato olio più costosi ma il vostro li supera.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

RICHIEDI INFORMAZIONI
I campi contrassegnati con * sono obbligatori

chiama ora olio extravergine di soverato